IL BEAUJOLAIS

Il Beaujolais è uno dei vini novelli più famosi della Francia.

Disponibile alla consumazione già un mese – un mese e mezzo dopo la vendemmia, è divenuto uno dei simboli della “joie de vivre” (o “art de vivre”) per cui i francesi sono rinomati.

Secondo la legislazione, può iniziare a essere imbottigliato dalla mezzanotte del 3° mercoledì di novembre, e smette il 31 dicembre. In quel periodo, può essere consumato in qualunque bistrot.

Prende il nome dalla regione vinicola del Beaujolais (con capoluogo Beaujeu) che si trova compresa tra il dipartimento del Rodano, della Saona e della Loira, ossia la zona che si trova presso il Massiccio Centrale (Massif Central), nell’area centro-est del Paese. Una delle zone maggiormente coltivate è quella che viene chiamata côte beaujolaise.

Qui si producono diversi tipi di questo vino, ma il più famoso è il vino novello chiamato Beaujolais Nouveau.

Il nome deriva dalla casa di Beaujeu, di cui fu esponente anche la primogenita del re di Francia Luigi XI grazie al matrimonio con Pietro II di Borbone: Anna di Beaujeu. Per lungo tempo, dopo la morte di Luigi, lei e il marito furono tutori del suo successore Carlo VIII, fratello di Anna (vai alla pagina su LUIGI XI “IL PRUDENTE” e LA FRANCIA E LE GUERRE D’ITALIA per saperne di più su questo argomento). Il feudo appartenne ai Borbone fino al 1527, quando venne riannesso al regno di Francia. Per lungo tempo, fu proprietà della casa di Orléans.

Nella zona dove viene prodotto questo vino, la vendemmia corrisponde all’inizio dell’autunno, e viene organizzata ogni anno una maratona internazionale chiamata “Marathon nationale du Beaujolais”.

TORNA AI VINI E CHAMPAGNE