CONSONANTI FINALI DI PAROLA

In francese alcune consonanti non si pronunciano quando sono poste in fondo a una parola.

Queste consonanti sono:

  • C quando preceduta dalla N; se preceduta da vocale o altra consonante, si pronuncia
  • D
  • G
  • P
  • R quando preceduta da E, altrimenti si pronuncia
  • S
  • T
  • X
  • Z

Generalmente si ricordano attraverso l’acronimo:

DePoSiTo

a cui bisogna aggiungere G, X e Z.

Eccezioni (cioè casi in cui le suddette consonanti alla fine di una parola si pronunciano) sono costituite da:

  • Nel caso della “S”:

PLUS quando indica il segno aritmetico +

TOUS (tutti) quando è usato come pronome e non come aggettivo

CASSIS (mirtillo nero)

ANAÏS (nome proprio di donna)

PASTIS (liquore marsigliese)

  • Nel caso della “X”:

– Tutti i numeri cardinali terminanti per “X”, e in questo caso si pronuncia come una “S” sonora. Nei numeri cardinali, inoltre, la “X” si pronuncia come una “S” sonora anche all’interno della parola.

Dix (dieci) → pronuncia: diss

Soixante (sessanta) → pronuncia: suassànt

-Tutti i nomi propri (Felix, Astérix, ecc.) e si pronuncia come in italiano.

  • Nel caso della “Z“:

GAZ (gas) e si pronuncia come “S” dolce, come in “rosa”.

Alcuni aggettivi maschili terminano per una delle consonanti che non si pronunciano quando finali di parola. Al femminile, però, aggiungono una E. Questo fa sì che le consonanti che al maschile non venivano pronunciate, al femminile si pronuncino, perché l’aggiunta della E non le fa più essere finali di parola.

Esempi:

Petit (piccolo) → pronuncia: petì

Petite (piccola) → pronuncia: petìt

TORNA ALLA FONETICA