LA FONTANA DEGLI ELEFANTI

Un monumento molto bello e interessante da vedere in Francia è costituito dalla Fontana degli Elefanti.

La Fontana degli Elefanti (La fontaine des éléphants) o colonna di Boigne è un importante monumento storico francese situato a Chambéry, nel dipartimento della Savoia della regione Alvernia-Rodano-Alpi, e si trova sulla piazza che dal monumento prende nome.

La fontana venne costruita da Victor Sappey per commemorare Benoît Le Borgne, generale e conte di Boigne (da qui il nome “colonna di Boigne”, che in origine doveva essere la sua denominazione), il quale fu un illustre cittadino di Chambéry e un valoroso soldato, che rese diversi servigi in India al rajah Sindhia, principe dei Maratti.

Il monumento venne iniziato a partire dal 1832, per decisione del consiglio della città di Chambéry pochi dopo la morte del conte. Fu solo nel 1838 che la sua costruzione venne completata, ma negli anni ha subito diversi processi di restaurazione, l’ultimo dei quali nel 2015 (notizia aggiornata al 2018).

Avendo come scopo la celebrazione delle imprese del conte di Boigne in India, la fontana è composta da una colonna alta quasi 18 metri e circondata da quattro elefanti indiani, a formare una croce di Savoia. L’acqua che esce dalla proboscide di ciascun elefante viene raccolta all’interno di un bacino ottagonale, mentre sulla sommità della colonna è presente la statua del conte di Boigne forgiata in bronzo.

Gli elefanti sono scolpiti in modo da sembrare quasi “fuoriuscire” dalla colonna, e per questo non sono raffigurati interamente, ma solo per metà, mancando delle zampe posteriori. Per questa ragione, in Francia la fontana viene anche volgarmente chiamata “les quatres sans culs” ovvero “i quattro senza culi”, per prendere bonariamente in giro il modo in cui sono rappresentati i quattro elefanti.

Il suo nome più famoso è però “La fontana degli elefanti” (in francese: “La fontaine des éléphants”), ed è stata dichiarata monumento storico nel 1982.

(L’immagine della Fontana degli Elefanti è tratta dal sito contepourenfants.over-blog.com ed è reperibile alla pagina La Fontaine des 4 sans culs – Histoires – Contes et Légendes)

TORNA AL TURISMO IN FRANCIA