Crea sito

LEZIONE 2: COME TI CHIAMI?

Si osservi il seguente dialogo (DIALOGUE) in francese, con accanto la traduzione in italiano:

- Salut!                                                                                                                Ciao!
- Tu t’appelles comment?                                                                   Come ti chiami ?
- Je m’appelle François. Et toi?                                                         Mi chiamo François. E tu ?
- Moi, je m’appelle Jean-Paul.                                                           Io mi chiamo Jean-Paul.
- C’est un plaisir de te connaître; ça va?                               Piacere di conoscerti; come stai?
- Oui, merci. Et toi, tout bien?                                                         Sto bene, grazie. E tu, tutto bene?
- Oui, moi aussi.                                                                                          Sì, anch’io.
- Au revoir.                                                                                                     Arrivederci.
- À bientôt.                                                                                                     A presto.

E’ possibile notare alcune peculiarità:

1) Salut!                             Ciao   

Come in italiano, questo saluto si usa sia quando si incontra che quando ci si congeda da qualcuno.

In francese esistono saluti informali come questo, e saluti formali come:

Bonjour = Buongiorno
Bon après-midi = Buon pomeriggio
Bonsoir = Buonasera
Bonne nuit = Buonanotte

Vengono utilizzati a seconda dei momenti della giornata, che sono (si presentano tutti preceduti dall'articolo determinativo, che specifica il genere a cui appartengono → si vada alla lezione 5 su GLI ARTICOLI per saperne di più):

Le jour / le matin = Il giorno / il mattino
L’après-midi = Il pomeriggio  (è maschile!)
Le soir = La sera (notare che in francese è maschile!)
La nuit = La notte

Anche se "Soir" è un vocabolo maschile, in francese si può dire anche:

En soirée = in serata

"Soirée" è invece un vocabolo femminile!

Da "SALUT" deriva il verbo SALUER = salutare, che è un verbo REGOLARE del 1° gruppo. Si vada alla lezione 6 (VERBI CHE TERMINANO IN -ER) per sapere come si coniuga.

2) Tu t’appelles comment?                Come ti chiami?

In francese “chiamarsi” si dice “S’APPELER”, mentre “chiamare” si dice APPELER. Da notare che il verbo all’infinito si scrive con una L sola, mentre, quando si trova in forma coniugata alla prima, seconda e terza persona singolare e alla terza plurale (del presente indicativo) raddoppia la L.
In fondo alla lezione è possibile trovare appunto tutta la coniugazione del verbo al presente indicativo per osservare questo fenomeno.

In francese esistono altri tre modi, oltre a quello presentato sopra, per domandare: “Come ti chiami?”:

1) Comment tu t’appelles?
2) Comment t’appelles-tu?  
                                            
3) Comment est-ce que tu t’appelles?

Ma la forma « TU T’APPELLES COMMENT » è più utilizzata perché più musicale. Per ulteriori chiarimenti, si rimanda alla lezione 18: FRASI INTERROGATIVE.

Quale che sia il modo in cui viene formulata la domanda, la risposta è:

Je m’appelle……                  Mi chiamo….

Oppure:

Je suis…….                                     Io sono…..

State attenti! In francese “Nom” vuol dire “COGNOME”.
“NOME” si dice invece “Prénom”.

3) Moi, je m’appelle…              Io mi chiamo….

In francese, quando si vuole ribadire chi è il soggetto di una frase, si antepone, al pronome soggetto, il pronome tonico. In questo caso, per esempio, è stato anteposto a “JE” (“io”) il pronome tonico “MOI” che significa “Me”. Entrambi sono separati da una virgola.

MOI, JE M’APPELLE” significa “IO (INVECE, AL CONTRARIO) MI CHIAMO…”.

Allo stesso modo si può usare “TOI” e gli altri pronomi personali tonici:

JE VAIS À LA MER = Io vado al mare
TOI, TU VAS À LA PISCINE = Tu (invece) vai in piscina.
LUI, IL VA À LA GARE = Lui (invece) va alla stazione.

Il pronome tonico si usa sempre quando non è specificato il verbo, a differenza dell'italiano:

- Moi, je vais à la mer ....................                             Io vado al mare.........

.........ET TOI?                                                          E tu?

- Qui fera le ménage?                                      Chi farà le pulizie?

TOI ET MOI                                                              Tu ed io

Si vada alla lezione 3 (PRONOMI PERSONALI 1) per avere la lista completa dei pronomi tonici in francese.

4) C’est un plaisir de te connaître              E’ un piacere conoscerti.

Esistono varie espressioni francesi che esprimono piacere di fare la conoscenza di qualcuno.

Enchanté / enchantée                                           Incantato / incantanta
Enchanté/e de faire ta connaissance          Incantato/a di fare la tua conoscenza

5) Ça va?                                                             Come stai?

In francese questa espressione che letteralmente significa “ Ciò va?” è usata per chiedere “Come stai?”. Oppure, al suo posto può essere usata l’espressione “Comment ça va?”.

Alla domanda  “Ça va?” si risponde “Oui o “ Non” che letteralmente significano "sì" e "no", ma che in questo caso indicano rispettivamente “stare bene” o “stare male”.

- Ça va?                   Lett. Ciò va?
- Oui, ça va.                     Sì, va

A “Comment ça va?” si risponde invece come in italiano:

 Ça va... = Va... (non è obbligatorio dirlo)

Très bien =  Molto bene
Bien =  Bene
Assez bien = Abbastanza bene
Comme ci, comme ça = Così così
Pas trop bien = Non troppo bene
Très mal = Molto male

Un’altra domanda che può essere posta quando si conosce una persona è:

Quel âge as-tu?/ Tu as quel âge?                         Quanti anni hai?

Letteralmente significa "Che età hai?".

N.B. In francese "âge" (età) è un vocabolo MASCHILE!

A questa domanda si risponde :
 
J’ai …. ans                             Ho….. anni

Si rimanda alla lezione 8: NUMERI CARDINALI.

6) Merci                 Grazie

Si può anche dire Merci bien/ Merci beaucoup = Grazie mille/ grazie tante.

In francese non si usa rispondere all’espressione “grazie” con il termine "prego". Si risponde invece:

De rien = Di niente

Il n'y a pas de quoi = Non c'è di che

Esiste tuttavia un termine simile all'italiano per dire “prego” che è:

Je t’en prie  o   je vous en prie
(informale)            (formale)

Vuol dire « prego » anche quando si fa accomodare qualcuno o quando si prega qualcuno di fare qualcosa, e non solo per rispondere a “grazie”. Esiste poi un'altra espressione:

S’il te plaît  o s’il vous plaît
(informale)        (formale)

che vuol dire invece “per favore”.

Attenzione! "Grazia" in francese si dice "GRÂCE", ed è un sostantivo FEMMINILE.

7) Au revoir           Arrivederci

E’ l’espressione francese che traduce “arrivederci” ma anche “ciao” quando ci si congeda da qualcuno.
Altre espressioni utilizzate per congedarsi possono essere:

adieu  =  Addio
à bientôt / à tout à l’heure = A presto / a tra poco
à plus tard =  A più tardi
à demain = A domani
à la prochaine fois  =  Alla prossima volta
à la prochaine semaine =  Alla prossima settimana

Nelle lettere si può aggiungere "Avec mes meilleures salutations" (Cordiali saluti) o " Grosses bises" (Bacioni).

Si conclude la lezione con la coniugazione del verbo "S'APPELER".

PRESENTE INDICATIVO DEL VERBO "S’APPELER" (CHIAMARSI):

Je m’appelle                                Io mi chiamo
Tu t’appelles                                Tu ti chiami
Il/Elle s’appelle                          Egli /ella si chiama
Nous nous appelons                Noi ci chiamiamo
Vous vous appelez                    Voi vi chiamate
Ils/Elles s’appellent                 Essi/esse si chiamano

Come è possibile osservare, i pronomi personali soggetto in francese sono i seguenti:

Je                  io
Tu                 tu
Il                    egli
Elle               ella
Nous            noi
Vous            voi
Ils                 essi
Elles            esse

A differenza dell’ italiano, tali pronomi non possono mai essere omessi.

Il verbo " s’appeler "appartiene al PRIMO GRUPPO dei verbi francesi (in italiano si direbbe "prima coniugazione"), cioè quelli terminanti in “ER”.

Questo gruppo di verbi presenta particolari desinenze al presente indicativo, che sono:

- e
- es
- e
- ons
- ez
- ent

Per saperne di più , si rimanda alla lezione 6: VERBI CHE TERMINANO IN -ER.

Come possibile notare, il verbo "s’appeler” è preceduto, quando coniugato, da pronomi riflessivi, che sono:

- me
- te
- se
- nous
- vous
- se

Si rimanda alla lezione 3 (PRONOMI PERSONALI 1) dove saranno spiegati in dettaglio questi  pronomi.

Si vada anche all'appendice a questa lezione (LE PRESENTAZIONI) per avere delle informazioni in più sugli argomenti appena trattati.