ACCORDO DEL PARTICIPIO PASSATO

Come è stato spiegato nella lezione sul PASSATO PROSSIMO presente nel sito internet (indirizzo:http://www.francesefacile.altervista.org/passato-prossimo.html), quando il passato prossimo si forma con l’ausiliare AVERE (AVOIR), il participio passato rimane sempre nella forma base, cioè nella forma MASCHILE SINGOLARE, proprio come in italiano; quando invece si forma con l’ausiliare ESSERE (ÊTRE), bisogna accordare il participio passato al genere e al numero dei soggetti a cui si riferisce.

Esempi:

Marc è andato → Marc est allé   

Essendo “Marc” un soggetto maschile singolare, il participio passato rimane alla forma base maschile singolare.

Sophie è andata → Sophie est allée

Essendo “Sophie” un soggetto femminile singolare, il participio passato deve aggiungere la “e” del femminile.

Marc e Pierre sono andati → Marc et Pierre sont allés

Essendo “Marc e Pierre ” un soggetto maschile plurale, il participio passato alla forma maschile deve aggiungere la “s” del plurale.

Sophie e Monique sono andate → Sophie et Monique sont allées

Essendo “Sophie e Monique un soggetto femminile plurale, il participio passato deve aggiungere la “e” del femminile e anche la “s” del plurale.

Cosa succede, però, se nella frase sono presenti dei complementi oggetto?

In tal caso, l’accordo del participio passato diventa un po’ più complicato perché ci sono delle regole precise da seguire.

1) Quando il complemento oggetto è un PRONOME PERSONALE, proprio come accade in italiano, così anche in francese può capitare che il participio passato, anche quando retto dal verbo AVOIR, si accordi non al soggetto della frase ma al complemento oggetto.

Il n’a pas trouvé la valise → Egli non ha trovato la valigia

Il ne l’a pas trouvée → Non l’ha trovata

Questo accordo del participio passato avviene ogni volta che il complemento oggetto è espresso da un pronome personale, non importa qual è l’ausiliare da cui è retto.

2) Il participio passato può accordarsi al complemento oggetto anche quando vi è discordanza di genere e/o numero tra questo e il soggetto:

Il s’est lavé les mains → Si è lavato le mani

Il s’est lavées les mains → Si è lavate le mani

Entrambe le frasi soprastanti sono corrette: dal momento che “Mains” è un complemento oggetto femminile plurale, mentre “Il” è un soggetto maschile singolare, e quindi sono discordi per genere e numero, è corretto sia usare la prima formula (lavé: participio passato maschile singolare, riferito al soggetto) che la seconda (lavées: participio passato femminile plurale, riferito al complemento oggetto).

Elle s’est achetée les chaussures → Si è comprata le scarpe

Elle s’est achetées les chaussures → Si è comprate le scarpe

Anche in questo caso, dal momento che il soggetto “Elle” è femminile singolare mentre il complemento oggetto “Les chaussures” è femminile plurale, il participio passato si può accordare o al soggetto o al complemento oggetto.

Si veda un altro esempio, stavolta con l’ausiliare AVOIR:

Elles ont changé les rideaux → Hanno cambiato le tende

Elles ont changés les rideaux → Hanno cambiate le tende

Come si può vedere, le frasi soprastanti sono entrambe corrette: dal momento che il participio passato “changé” è retto dal verbo AVOIR, non è necessario che si accordi. Ma siccome “Elles” è un soggetto femminile plurale, mentre “Rideaux” in francese è un complemento oggetto maschile plurale, il participio passato può aggiungere la “s” del plurale per accordarsi al complemento oggetto.

3) Quando è presente il participio passato di un verbo di PERCEZIONE (entendre, écouter, sentir, voir,ecc.), ossia di un verbo che regge un altro verbo all’INFINITO (je vois partir = vedo partire; j’entends sonner = sento suonare), il participio passato può concordare con il complemento oggetto solo se questo è il soggetto del verbo all’infinito. Se il complemento oggetto NON è il soggetto del verbo all’infinito, il participio concorda solo col soggetto.

Esempi:

La fille que j’ai entendu parler → La ragazza che ho sentito parlare

La fille que j’ai entendu parler→ La ragazza che ho sentita parlare

Dal momento che “la fille” è complemento oggetto della frase “j’ai entendu” ma è anche il soggetto di “parler”, si può accordare il participio passato o al soggetto (prima frase) o al complemento oggetto (seconda frase).

La chanson que j’ai entendu sonner → La canzone che ho sentito suonare

Dal momento che “la chanson” è il complemento oggetto di “j’ai entendu” ma non anche il soggetto di “sonner“, in quanto la canzone non suona ma è suonata, allora il participio passato può accordarsi solo al soggetto (ossia non si accorda perché il participio passato è retto da AVOIR, come spiegato all’inizio della lezione).

Le regole 2 e 3, seguite anche in italiano, si imparano soprattutto con la pratica e iniziando a parlare francese molto di frequente. Se tuttavia il loro uso causasse dei problemi, si può evitare di accordare il participio passato al complemento oggetto e accordarlo unicamente al soggetto, naturalmente solo se il participio è retto da ÊTRE. Quando il participio passato si accorda al soggetto, non deve essere modificato rispetto alla forma base maschile singolare quando retto da AVOIR.

Ci sono poi dei casi in cui il participio passato di un verbo è usato come PREPOSIZIONE. In tal caso, come è intuibile, il participio non deve mai essere accordato ma rimane nella forma base maschile:

Je ne vois personne, excepté deux garçons → Non vedo nessuno, eccetto due ragazzi

Supposé que tu ailles au concert → Supposto che tu vada al concerto

Je l’ai dit à tous, compris ton frère → L’ho detto a tutti, compreso tuo fratello

I verbi che possono essere utilizzati come preposizioni sono solitamente:

  • Attendre (aspettare)
  • Comprendre (comprendere)
  • Passer (passare)
  • Supposer (supporre)
  • Voir (vedere)
  • Recevoir (ricevere)
  • Excepter (eccettuare)

Infine, alcuni participi passati sono utilizzati come AGGETTIVI. Ovviamente, in quel caso si accordano sempre al soggetto della frase:

Je suis reveillée = Sono sveglia

Ils sont endormis = Sono addormentati

Elles sont ennuyées = Sono annoiate

(La presente lezione appartiene al sito internet e al blog www.francesefacile.altervista.org/blog)

TORNA ALLA GRAMMATICA FRANCESE