IL RE SOLE

Gli eventi più importanti, divisi data per data, del regno (Royaume) di Luigi XIV di Francia (in carica dal 1643 al 1715), della dinastia dei Borbone, conosciuto anche come il Re Sole e Luigi il Grande.Vai anche alla pagina presente nel sito web (URL http://www.francesefacile.altervista.org/francia-famosa-1.html).

(Scritto da Elisa Quaglia)

LUIGI XIV

(Luigi XIV in un ritratto del 1701 conservato alla Reggia di Versailles)

5 settembre 1638 – Nasce a Saint-Germain-en-Laye (regione dell’Île-de-France) Luigi Deodato, figlio primogenito del re di Francia Luigi XIII e della regina Anna d’Austria.

14 maggio 1643 – Morte di Luigi XIII. Il figlio Luigi Deodato eredita il trono con il nome di Luigi XIV. Vista la sua giovane età, nei primi anni la reggenza viene assegnata alla madre e al nuovo primo ministro, il cardinale italiano Giulio Raimondo Mazzarino.

GIULIO MAZZARINO
“Il cardinale Mazzarino”, dipinto di Pierre Mignard (1658-1670).

1648- Inizio della prima fase della guerra civile francese nota con il nome di “Fronda Parlamentare”: gli aristocratici membri del Parlamento di Parigi si ribellano alla regina madre e a Mazzarino, che vogliono centralizzare il potere a scapito di alcuni privilegi della nobiltà francese. Insurrezione armata degli aristocratici nel palazzo reale di Saint-Germain-en-Laye e fuga della famiglia reale. Il nome ” fronda” deriva dallo strumento utilizzato dai nobili per rompere le finestre delle stanze di Mazzarino.

1° aprile 1649– Pace di Saint-Germain con la quale termina la prima fase della guerra civile.

18 agosto 1649 – La famiglia reale (composta da Luigi XIV, il fratello minore Filippo D’Orléans e la madre Anna D’Austria) torna a Parigi, nel palazzo del Louvre.

1650 –  Inizio della seconda fase della guerra civile, stavolta chiamata “Fronda dei Prìncipi” o “Fronda Nobiliare”, alla quale partecipano anche alcuni parenti della famiglia reale tra cui Gastone d’Orléans e il principe di Condé, contrari alla centralizzazione del potere da parte di Mazzarino.

1651-1652 – La reggia viene spostata provvisoriamente da Parigi a Poitiers. Anche Mazzarino è costretto all’esilio. Durante la sua assenza, i suoi beni vengono gestiti dal suo amministratore Jean-Baptiste Colbert.

1653 – Fine della guerra civile. Mazzarino fa ritorno a Parigi, un anno dopo la famiglia reale.

27 aprile 1656 – Luigi XIV fonda l’Ospedale Generale di Parigi per accogliere vagabondi e prostitute, nel tentativo di migliorare le condizioni sanitarie della città.

30 giugno 1658 – Luigi XIV contrae una febbre tifoide dalla quale si salva miracolosamente perdendo però quasi tutti i capelli. La perdita dei capelli lo costringe a portare la parrucca, moda che imporrà successivamente a tutta la corte francese e che poi si diffonderà in tutta Europa.

7 novembre 1659Pace dei Pirenei e firma dell’omonimo trattato, col quale si conclude la Guerra franco-spagnola (nota in Inghilterra come “guerra anglo-spagnola”) scoppiata nel 1635 per l’indipendenza dalla Spagna di alcune province di etnia olandese: la Francia, guidata da Luigi XIII, si era alleata con l’Inghilterra schierata contro il re di Spagna Filippo IV. Il conflitto termina sotto Luigi XIV con una solenne vittoria francese.

9 giugno 1660 – Luigi XIV sposa la cugina Maria Teresa di Spagna (conosciuta anche come Maria Teresa d’Asburgo o Maria Teresa d’Austria), figlia di Filippo IV e di Elisabetta di Francia, per ripristinare la pace tra i due regni coinvolti nel conflitto appena terminato.

1660- 1661 – Nuove rivolte in Francia (in particolare a Marsiglia) da parte di alcuni nobili contro la figura del re.

9 marzo 1661 – Morte di Mazzarino. Luigi XIV assume il pieno controllo della Francia rifiutando di nominare un nuovo primo ministro, per centralizzare ancora di più il potere. Colbert, che godeva della fiducia di Mazzarino, viene nominato primo sovrintendente delle finanze.

JEAN-BAPTISTE COLBERT
“Jean-Baptiste Colbert”, dipinto di Philippe de Champaigne (1666)

5 settembre 1661 – Nicolas Fouquet, sovrintendente alle finanze statali, viene condannato dal re all’esilio con l’accusa di aver rubato un’ingente somma dalle casse dello Stato. Colbert prende il suo posto.

12 settembre 1661 – Istituzione del Consiglio Reale delle Finanze con a capo Colbert. Questi introduce tutta una serie di tasse e gabelle per sanare il debito pubblico e incrementare la produzione di beni destinati alla sussistenza e all’esportazione.

1° novembre 1661 – Nascita del figlio primogenito di Luigi XIV, noto col nome di Luigi il Gran Delfino. Dopo di lui nasceranno altri cinque figli che però moriranno tutti durante l’infanzia.

5 giugno 1662 – Luigi XIV assume l’appellativo di Re Sole (Roi Soleil) e lo stemma del sole, simbolo dell’assolutismo e della centralità del suo potere. Diventa famosa la sua espressione “Lo Stato sono io” (L’état c’est moi) la quale ribadisce il concetto che l’autorità del sovrano deriva da Dio e che il suo giudizio è inappellabile.

1665 – Colbert diviene controllore generale delle finanze di Francia ed attua il “Mercantilismo“, un concetto già diffuso in Europa basato sull’incentivazione delle esportazioni rispetto alle importazioni.

25 settembre 1665 – Al palazzo del Louvre si riunisce il Consiglio Speciale del Re durante il quale Luigi XIV modifica il sistema giudiziario abolendo il diritto romano ancora in vigore nel sud della Francia.

20 gennaio 1666 – Morte della regina madre Anna d’Austria.

1667 – Promulgazione del Code Louis, il Codice di Grande Ordinanza di Procedura Civile sul quale si baserà il Codice Napoleonico. Riforma dell’esercito con l’introduzione del titolo di brigadiere e la modifica del ruolo degli ufficiali, che hanno il compito di addestrare i soldati alla fatica e alla disciplina. Istituzione del moderno corpo di polizia.

1667 – 1668Guerra di Devoluzione tra Francia (desiderosa di espandere i propri territori) e Spagna (alleata con Svezia e Inghilterra) per la conquista delle Fiandre, in Belgio. Vittoria Francese e firma del Trattato di Aquisgrana del 2 maggio 1668.

1668 – Luigi XIV ordina al suo primo architetto, Louis Le Vau, la costruzione della reggia di Versailles, a 17 chilometri da Parigi. Il re intende spostare la reggia dal Louvre e trasferirsi nel nuovo palazzo di Versailles assieme a tutta la nobiltà francese, per attuare sempre di più la sua politica accentratrice ed impedire nuove insurrezioni da parte degli aristocratici, come quella della Fronda. I nobili, perdendo le proprie terre, non potranno più imporvi tasse ed amministrare la giustizia. Le Vau muore nel 1670, prima di terminare la sua opera, e gli succede il suo assistente François D’Orbay. Colbert impone tutta una serie di restrizioni economiche alla costruzione della reggia di Versailles, in modo tale da costringere gli architetti a ridimensionare il progetto, rendendo Luigi XIV poco soddisfatto del risultato.

1670 – Riforma della procedura penale. Costruzione dell’Hôtel des Invalides per dare assistenza agli invalidi di guerra.

1671 – Riforma del Commercio con la promulgazione del Code du Commerce.

1672 – 1678 – Guerra franco-olandese o Guerra d’Olanda tra Francia e Quadruplice Alleanza (Sacro Romano Impero, Spagna, Brandeburgo, Danimarca e la Repubblica delle Sette Province Unite dei Paesi Bassi). La Quadruplice Alleanza – in particolare la Spagna – vuole riconquistare le terre dei Paesi Bassi perdute durante la Guerra di Devoluzione. La Francia si allea con l’Inghilterra e la Svezia e riesce ad avere la meglio al prezzo di un immenso numero di caduti.

6 maggio 1682 – Luigi XIV si trasferisce definitivamente alla reggia di Versailles. All’interno della reggia, che accoglie la quasi totalità della nobiltà francese, la vita ruota attorno al sovrano e alle sue vicende. Ai nobili vengono affidati alcuni incarichi politici privi di potere effettivo, mentre il vero potere amministrativo è gestito dai borghesi.

30 luglio 1683 – Morte della regina Maria Teresa.

MARIA TERESA DI SPAGNA
Maria Teresa di Spagna

1683 – 1684Guerra delle Riunioni, sempre tra Francia e Spagna per la conquista dei Paesi Bassi. Vittoria, seppur non decisiva, della Francia e firma del Trattato di Ratisbona il 15 agosto 1684.

9 ottobre 1684 – Luigi XIV sposa Françoise D’Aubigné, marchesa di Maintenon, con un matrimonio morganatico per il quale non le è concesso diventare regina. La marchesa è una protestante (“ugonotta“) convertita al cattolicesimo, e questo influenza il re ad emanare l’Editto di Fontainebleau nell’anno successivo.

18 ottobre 1685Editto di Fontainebleau, col quale Luigi XIV revoca l’Editto di Nantes emanato dal nonno Enrico IV che sanciva la tolleranza verso i protestanti (chiamati “Ugonotti“) in suolo francese. Tramite questo editto, tutti i protestanti e gli ebrei che non si convertono al cattolicesimo vengono espulsi dalla Francia e dalle colonie. Emanazione del Codice Nero (Code Noir) ispirato all’omonimo codice della Louisiana (così chiamata dal 1682 in onore del re), con il quale vengono stabilite le norme di comportamento dei colòni nei confronti degli schiavi.

1686 – Nascita della Lega di Augusta tra le nazioni di fede protestante (Sacro Romano Impero, Olanda, Danimarca e Svezia) e la Spagna per opporsi alle nuove riforme emanante da Luigi XIV.

24 settembre 1688 – Luigi XIV invia le sue truppe nel Palatinato (Germania), privo di un erede al trono, per far incoronare la cognata Elisabetta Carlotta di Baviera, e ordina al conte di Melac di farne terra bruciata. L’anno successivo, il re d’Inghilterra Guglielmo III d’Orange si unisce alla Lega di Augusta, che cambia nome in “Grande Alleanza”. Luigi XIV si allea con Giacomo II Stuart, ex re d’Inghilterra spodestato da Guglielmo III e dalla consorte Maria.

1688- 1697Guerra dei Nove Anni tra Francia e Grande Alleanza, pertanto chiamata anche “Guerra della Grande Alleanza”. Il conflitto si conclude col Trattato di Ryswick (in Olanda) del 20 settembre 1697, attraverso il quale la Francia riconosce la legittima sovranità di Gugliemo III d’Inghilterra e si impegna a cedere alcuni territori agli Stati alleati. Non vi sono sostanziali vittorie.

1701 – 1713Guerra di Successione Spagnola: la Francia si schiera contro il Sacro Romano Impero, l’Austria e l’Inghilterra per porre sul trono spagnolo il Duca D’Angiò. Pace di Utrecht del 13 luglio 1713 con la quale sale al trono Filippo V di Borbone, nipote di Luigi XIV e capostipite della dinastia dei Borboni in Spagna. Trattato di Ranstadt del 1714 con il quale avviene la riappacificazione tra Francia e Austria.

14 aprile 1711 – Morte di vaiolo di Luigi il Gran Delfino, prima di succedere al trono.

1° settembre 1715 – Morte di Luigi XIV di gangrena. Viene sepolto nella Basilica di Saint-Denis e gli succede il bisnipote Luigi XV, di cinque anni. Durante la Rivoluzione Francese, la tomba del Re Sole viene profanata dai rivoluzionari e i suoi resti dispersi. Di lui resta un monumento commemorativo nel luogo dove era stata deposta la salma.

(Tutte le immagini presenti in questa pagina sono di pubblico dominio. Cliccare sopra per ingrandirle.)

(Le informazioni qui contenute sono di pubblico dominio).

Se vuoi saperne di più su questo personaggio, vai anche alla pagina LE MALATTIE DI LUIGI XIV.

TORNA ALLA STORIA DI FRANCIA