IL TEATRO DELL’OPERA

Il Teatro dell’ Opera di Parigi (Opéra de Paris), il cui vero nome è Opéra Garnier o Palais Garnier, è il principale teatro di Francia.

Situato a Parigi nel IX arrondissement (quartiere), su Place de l’Opéra, l’edificio venne costruito per ordine di Napoleone III, imperatore dei francesi, affinché sostituisse il precedente Teatro dell’Opéra di Rue Le Peletier, che venne definitivamente distrutto da un incendio nel 1873.

L’Opéra Garnier di Parigi.

Il progetto venne commissionato all’architetto francese Charles Garnier e supervisionato dal barone Haussmann, allora prefetto del dipartimento della Senna. Garnier aveva compiuto diversi viaggi in Turchia e nel sud dell’Europa, la culla del mondo classico, e da questi viaggi fu ispirato per la realizzazione di un edificio che ricordasse le imponenti costruzioni greche e romane. Tuttavia, per la varierà di stili che presenta, il teatro costituisce un’opera del tutto eclettica, nonché un esempio dell’architettura di moda nel Secondo Impero francese.

Il Teatro dell’Opera (o Opéra, parola MASCHILE con l’accento sulla “a”) di Charles Garnier venne iniziato nel 1861 e inaugurato il 15 gennaio 1875, quando il Secondo Impero era ormai caduto e vigeva in Francia la Terza Repubblica. Durante il primo spettacolo, venne rappresentato il terzo atto della grand opéra “La Juive” di Jacques Fromental Halévy e alcuni brani de “Gli Ugonotti (Les Huguenots) di Jakob Meyerbeer. (La grand opéra era un genere di opera lirica in voga soprattutto all’inizio dell’Ottocento, caratterizzato da soggetti storici e da scene estremamente spettacolari, come il “Guglielmo Tell” di Gioachino Rossini).

Il 13 luglio 1989 venne inaugurata a Parigi anche l’Opéra Bastille, su proposta dell’ ex-presidente francese François Mitterrand. Quest’ultimo teatro prende il nome dalla piazza su cui sorge (Place de la Bastille) e costituisce il secondo più importante di Francia. Per capienza, inoltre, può vantare di essere il più grande teatro di tutta Europa e il secondo dopo il Metropolitan Opera House di New York.

L’Opéra Bastille di Parigi.

Dopo la sua costruzione, i termini “Opéra de Paris”, “Teatro dell’Opéra” o semplicemente “Opéra”, coi quali si indicava il Teatro dell’Opera di Charles Garnier, non sono stati più utilizzati, poiché Parigi può vantare adesso ben due teatri dell’Opera e non soltanto uno. Per questa ragione, i due teatri si chiamano oggi rispettivamente Opéra Garnier (o Palais Garnier) e Opéra Bastille, il primo dedicato alla danza e il secondo alla lirica. Insieme, i due teatri fanno parte dell’Opéra National de Paris gestita dal Ministero della Cultura e della Comunicazione.

Oggi l’Opéra Garnier ospita la compagnia del Balletto dell’Opera nazionale di Parigi (Ballet de l’Opéra national de Paris), nata dalla fusione dell’ Académie Royale de Danse e dell’Académie Royale de Musique avvenuta nel 1671. Anticamente, ospitava anche la Scuola di Danza dell’Opera nazionale di Parigi (École de Danse de l’Opéra national de Paris) fondata da Luigi XIV, ma dal 1987 questa ha sede a Nanterre, a nord-ovest di Parigi. Questa scuola è considerata oggi la migliore scuola di danza classica del mondo.

L’Opéra Garnier è anche famosa per essere l’ambientazione del celeberrimo romanzo “Il fantasma dell’Opéra” (Le Fantôme de l’Opéra) pubblicato da Gaston Leroux nel 1909.

TORNA ALLA PAGINA SUL BALLETTO